Posizione e forma di StelSalente

Eccoci qua, sulle mura di Stelsalente, costruito su quest’isola fluviale. La leggenda la sanno tutti, e il nome stesso della fortezza lo indica: qui secondo la leggende dal raggio di una stella ne salì un altra. In realtà, la zona è strategica: circondata dall’acqua e lievemente in rilievo, è facilmente difendibile. La forma stessa della fortezza (a stella) nasce in parte da esigenze difensive, in parte da un adattamento della forma della fortezza all’isola stessa, e non per motivi mistici.
Oggi vi parlerò del terzo Arcanico, i Tridimensionali.

STORIA
I Tridimensionali sono coloro che morirono prima della fusione ma che rimasero nel ricordo della gente per anni. Pare che alcuni di essi al momento della fusione fossero già stati dimenticati. Un’altra cosa che si dice è che anche le persone inventate e poi morte nei racconti di fantasia siano tornate come Tridimensionali, e infatti alcuni tridimensionali mostrano tratti delle razze bidimensionali. Tuttavia, loro stessi non sanno chi sono, e questo li distingue da noi Quadridimensionali, che pur avendo dimenticato nome e passato abbiamo ancora un’identità.
Nella storia dei tridimensionali, molto ha contato la suddivisione in tre razze, diversamente dai Quadridimensionali, divisi tra “Mutanti” che hanno subito mutazioni e “Non mutanti” che non ne hanno avute, e dai Bidimensionali, le cui molteplici razze sono generalmente catalogate in categorie. Le tre razze dei Tridimensionali, ovvero i Vampiroidi, i Fantasmoidi e i Nonmortoidi, sin dall’inizio si ritennero diverse, ma non sapevano come. Prese piede l’idea che i Vampiroidi fossero stati nobili, militari e politici, i Fantasmoidi mistici, religiosi, filosofi e studiosi, e i Nonmortoidi lavoratori, finanzieri, imprenditori e così via. Questa idea spinse spesso i Vampiroidi ad imporsi come classe dominante, e questo causò attriti con le altre due razze: degli 80 regni dei Vampiroidi, solo 3 vissero più di tre generazioni. Allora,i Vampiroidi finsero di mettersi da parte, e scoppiarono liti per il potere tra le altre due razze: i Fantasmoidi ritenevano di meritare il potere in nome dell’essere stati legati allo studio e alla meditazione, quindi più saggi, i Nonmortoidi di meritare il potere in quanto il loro essere stati lavoratori li rendeva collegati al concedere la vita. I Vampiroidi sostennero ora gli uni, ora gli altri, in base a cosa gli conveniva, e di fatto ressero tutte le nazioni tridimensionali dell’Anno Senza Tempo. Dopo che i Quadridimensionali rivelarono la storia della Fusione, un Vampiroide, una Fantasmoide e uno Scheletroide illuminati misero da parte le loro liti, e iniziarono a investigare sulla divisione politici-saggi-popolo; dimostrarono che tale suddivisione, su cui ogni razza basava le sue pretese di potere, era uno schema del tutto relativistico, e che le caratteristiche di ciascuna razza non potevano comunque far supporre logicamente tale derivazione. Ci vollero generazioni e anni per dirimere la questione, e tuttora molti faticano a sentire ragioni, ma ora di fatto le tre razze vivono in pace. Ma non hanno ancora trovato la loro identità: chi sono i Tridimensionali, solo Dio lo sa.

I POTERI DELLE TRE RAZZE
Ora, le razze hanno una differenza fisica molto scarsa: i Vampiroidi hanno giusto due canini molto sviluppati, da cui prendono il nome; i Fantasmoidi non hanno ombra e lasciano intravedere ciò che è dietro di loro, e da ciò il loro nome; i Nonmortoidi, infine, hanno evidenti stacchi sulle articolazioni, dai quali il loro nome.

Inoltre, essi hanno dei poteri:

  • I Vampiroidi sono molto forti e veloci, nonché agili, e nel bisogno possono usare i loro affilatissimi canini
  • I Fantasmoidi sono molto agili e possono allungarsi; inoltre, possono rendersi intangibili e godono della telecinesi
  • Gli Scheletroidi possono spezzarsi e ricomporsi sui loro stacchi, sono molto forti, il loro corpo è estremamente duro e possono muovere a distanza le singole parti del loro corpo
  • Tutti sono avvolti da un’aura di terrore, e sono inoltre immuni dal veleno e dalle malattie.
Detto questo, vi aspetto la prossima volta per l’ultima lezione. Non mancate!
Annunci