Salve, benvenuti tra i palazzi del quartiere Lavinia (a Novuno i quartieri hanno i nomi, le vie si chiamano “prima el quartiere x,”, “seconda del quartiere y”, ecc…). Vi guardate intorno confusi: qui ci sono solo alberi. Be’, ho usato la parola “Palazzi” perché è da essa che viene il novunese Pegliathore, che indica qualunque tipo di abitato, in questo caso le case sugli alberi, costruite sui rami più bassi e sostenute dai rami medi e alti. Non preoccupatevi: oltre agli alberi, esistono forti sostegni artificiali per queste case, quindi potete sedervi senza preoccuparvi che vi cada qualcosa in test… OUCH… ok, le pigne sono un’altra cosa. Ora sedetevi, che è ora di parlare dei Bidimensionali.

STORIA

I Bidimensionali sono coloro che prima della fusione erano solo immaginari, di libri, film, fumetti,cartoni animati, ecc… Non ricordano di quale storie facessero parte, se fossero protagonisti o semplici comparse. Ma si possono riconoscere in base allo schieramento di cui facevano parte. In ogni storia (o comunque nella maggior parte di esse), come ben sapete, ci sono i protagonisti e gli antagonisti: chi era dalla parte dei primi ora ha un’aura bianca (e sono detti Bioncieuglice, traducibile con Biancaurei), chi dei secondi un’aura nera (e sono detti Uciuleuglice, traducibile con Neraurei). Il simbolismo come vedete è sempre lo stesso, e questi litigano ancora, sebbene non sempre mantengono lo stesso schieramento in fatto di bene e male.

Loro non soffrono per la perdita di un mondo, per il semplice motivo che prima non esistevano. Ma all’inizio dei secoli, la suddivisione Biancaurei e Neraurei portò spesso a divisioni e guerre: il fatto stesso di avere un aura a dimostrare la loro inimicizia originaria li portava ad essere nemici. Di questa inimicizia ne approfittarono politici spregiudicati e spietati. Altri politici cercarono un accordo, e spesso chi ne pagò le conseguenze fummo noi quadridimensionali, accusati di aver creato questa divisione. Ma anche questa posizione iniziò ad essere usato dai politici spietati, interessati al potere e non ai cittadini. Questo causò un clima di tensioni e di instabilità nel mondo.

Un giorno però, un gruppo di bidimensionali iniziò a parlare con un prigioniero quadridimensionale del suo Arcanico. Lui parlò, rivelando la grande sofferenza dei quadridimensionali, ma rifiutò di andare oltre, alle sue origini. In quel tempo, c’era un possente Signore della Guerra quadridimensionale, che con la menzogna era riuscito ad infiltrarsi nella corte della comunità bidimensionale in questione. Venne però scoperto, ma in quel momento uccise il Re e si prese il potere attraverso lo scettro magico. Il gruppo dei bidimensionali spiegò la cosa al loro amico quadridimensionale, il quale si offrì di aiutarli. Così andarono davanti al tiranno, affermando di essere lì per affrontarlo. Lui rise, ma in quel momento il quadridimensionale prese una Sfera della Rivelazione: si tratta di una sfera attraverso la quale si può mostrare un pensiero, un ricordo o un racconto; e lui raccontò attraverso di essa la storia della fusione, quella che i quadridimensionali cercavano di dimenticare, ma che lui ora aveva trovato il coraggio di accettare e mettersela alle spalle. Il tiranno invece non poté sopportare la storia che gli dva vergogna e dolore, e si uccise. Da allora c’è pace tra i Quadridimensionali e i Bidimensionali, e quest’amicizia, ha allentato le tensioni tra Biancaurei e Neraurei. Ma queste tensioni non sono mai scomparse, e forse non spariranno mai.

FORZE E TRUCCHETTI

Come i quadridimensionali, anche i Bidimensionali hanno poteri. Questo è necessario, in un mondo dove la magia è possibile. Questi poteri sono le quattro Forze e i due Trucchetti.

Le Forze sono capacità legate alla forza fisica dei bidimensionali: la loro Forza, la loro Agilità, la loro Velocità e la loro Resistenza sono eccezionalmente molto alte, tanto da poter fare cose impossibili per i quadridimensionali. Spesso, le sviluppano attraverso arti marziali, ma anche da sole permettono di rendere uno di loro veramente tosto.

I Trucchetti sono capacità magiche, che consentono ai bidimensionali di competere con chiunque: sono la Forza Interiore e la Ripresa

La Forza Interiore consente ad un bidimensionale di scatenare una potenza inaudita. Di solito ciò avviene solo in momenti difficili, quando tutto sembra perduto. Ma attraverso specifiche tecniche alcuni bidimensionali riescono a controllarla, diventando pari ai Maestri delle Arti Marziali quadridimensionali.

La Ripresa è la capacità di recuperare energia dopo qualunque scontro. Non c’è bisogno di ulteriori spiegazioni, ed è ora tempo di andare. Alla prossima, con i tridimensionali.

Annunci